Nancy Van de Ven vince l’italiano Prestige Femminile

Grazie al successo conquistato nell’ultima gara del campionato, ad Albettone – Assegnati anche tutti gli altri titoli, con Ciarlo che si aggiudica la 125 Fast e Talucci che vince il Femminile 2 tempi

Podio Femminile - ph. Phawkmania
Podio Femminile – ph. Phawkmania

Albettone – Nancy Van de Ven completa la stagione perfetta. L’olandese portacolori del team Ceres71, dopo aver conquistato un mese fa il titolo mondiale, fa suo anche il campionato italiano Femminile, entrando nell’albo d’oro del motocross azzurro.

Il successo di Van de Ven è arrivato ieri, nella gara finale del campionato Pro Prestige 125 e Femminile 24MX corsa sulla splendida pista di Lovolo, gestita dal moto club Albettone. Gara che ha chiuso anche la stagione delle Borilli Pro Series (che comprendono anche il campionato Prestige maschile Mx1-Mx2), nonché del campionato italiano Ama Over 40 Ufo Plast.

Nancy Van de Ven & Giorgia Blasigh - ph. Phawkmania
Nancy Van de Ven & Giorgia Blasigh – ph. Phawkmania

CRONACA – PRESTIGE FEMMINILE

Nancy Van de Ven (Yamaha – Ceres71) ha dettato legge in entrambe le manche, riuscendo a controllare con classe ed esperienza l’attacco delle giovani rivali. Elisa Galvagno (Husqvarna – Megan racing) ci ha provato fino alla fine, ma una scivolata in gara-2 l’ha costretta ad alzare definitivamente bandiera bianca. Per lei, con il terzo posto di giornata, è arrivato il titolo di vicecampionessa italiana, mentre la beniamina di casa Giorgia Blasigh (Yamaha – 2B racing) ha ottenuto due secondi di manche che le hanno consentito di conquistare la medaglia di bronzo nel campionato. Van de Ven si è aggiudicata anche il premio holeshot KF8 Mx & Sport Training.

Il titolo della classe 2tempi è andato invece a Emanuela Talucci (KTM – Pardi), che ad Albettone si è distinta anche a livello assoluto con una buonissima prestazione. Alle sue spalle, sia in gara che in campionato, sono arrivate Cecilia Polato (GasGas – Wallaby Tex) e Marta De Giovanni (GasGas – Fuoringiro Savona).

Nella graduatoria della Under 17, valida solo come classifica di giornata e non come campionato, Giorgia Blasigh ha preceduto Emanuela Talucci e Priska Busatto (GasGas – Crociati Parma).

Partenza 125 - ph. Roberto Grande
Partenza 125 – ph. Roberto Grande
Stefano Pezzuto - ph. Phawkmania
Stefano Pezzuto – ph. Phawkmania

PRESTIGE 125

Ancora una volta, Stefano Pezzuto (GasGas – Gaerne) ha fatto il castigamatti, con una doppietta che non ha lasciato scampo agli avversari. Dominante soprattutto la prestazione di gara-2, in cui il neocampione della Elite (aveva già vinto il titolo nella scorsa gara a Preseglie) ha rimontato da una caduta al via fino alla prima posizione.

Grande prova anche da parte di Francesco Antoniazzi (KTM – No fears team), che sulla pista di casa ha fatto il suo dovere, vincendo la gara della Fast con due secondi posti di manche. Ma a Manuel Ciarlo (KTM – Sassello) è bastato amministrare il vantaggio che aveva in classifica e, col terzo posto di giornata, si è laureato campione italiano della categoria. Secondo ad Albettone ha finito un solido Luca Cardaccia (GasGas – Motor’s club Panicale), che ha saputo scalare la classifica proprio all’ultima gara e ha strappato per un soffio il terzo posto in campionato.

Bella sorpresa per la gara conclusiva il premio holeshot CP Racing, assegnato all’autore dello spunto migliore in gara-2, cioè Francesco Antoniazzi.

Andrea Storti - ph. Mxreport
Andrea Storti – ph. Mxreport

OVER 40 – VETERAN

Già sicuro del titolo italiano, Andrea Storti (Kawasaki – Brogliano) ha comunque voluto festeggiare con una prestazione di altissimo livello davanti ai suoi tifosi. Doppietta ed ennesimo gradino più alto del podio della Mx1, davanti a Giuseppe Prearsi (Honda – Top rider) e Samuele Dottori (Kawasaki – Motorari). In campionato, dietro a Storti e Prearsi, ha concluso Simone Roasio.

Nella Mx2 non era presente il campione Felice Compagnone e ne ha approfittato Roberto Ciannavei (Kawasaki – Mx Garda lake) per vincere la gara e assicurarsi il secondo posto in campionato. Graziano Peverieri (Yamaha – Lion Montegranaro) è rientrato da un infortunio con un secondo posto di giornata che gli è valso il bronzo di stagione, mentre il terzo posto di giornata è andato a Swan Maurizi (Husqvarna – Castel San Pietro Terme).

Michele Dal Bosco & Fabio Occhiolini - ph. Roberto Grande
Michele Dal Bosco & Fabio Occhiolini – ph. Roberto Grande

OVER 40 – SUPERVETERAN

Il campione della Mx1 Fabio Occhiolini (KTM – Gaerne) ha conquistato il successo di giornata anche nel round conclusivo, con ampio margine di vantaggio sul pilota di casa Zefferino Fiamin (Honda – Albettone) e su Marco Ravaglia (Honda – Migliori Sm Action). In campionato, dietro a Occhiolini, ha resistito al secondo posto Tiziano Peverieri, nonostante fosse assente ad Albettone, davanti a Ravaglia.

In questa gara finale, però, non è mancato lo spettacolo, perché i protagonisti della Mx2 hanno saputo tenere sulle spine e anche battere Occhiolini. Michele Dal Bosco (Yamaha – Gaerne) è riuscito a vincere la prima manche, dopo un gran duello col campione della Mx1, e in gara-2 ha portato a casa i punti che gli servivano per conquistare la giornata. Secondo posto per David Liardi (KTM – Sparks Reggello), che invece ha tallonato Occhiolini per tutta gara-2, mentre Simone Girolami (GasGas – Caerevetus) ha gestito la situazione e, chiudendo terzo, ha vinto il titolo della categoria. Il podio finale del campionato ha visto Girolami, Liardi ed Enrico Fusconi (Honda – Otw).

Podio master Mx2 - ph. Mxreport
Podio master Mx2 – ph. Mxreport

OVER 40 – MASTER

Tornato in gara dopo anni d’assenza, Giorgio Antoniazzi (KTM – Cervellin) ha dimostrato di non aver dimenticato come si va in moto. L’ex campione italiano ha vinto entrambe le manche e, di conseguenza, l’assoluta della Mx2. Alle sue spalle altri due veterani di mille battaglie come Adriano Piunti (KTM – Cross park Ponzano) e Giuseppe Canella (Honda – Rs 77). Per Piunti il piazzamento è stato sufficiente a laurearsi campione della categoria, con Canella secondo e Norbert Lantschner (Honda – Evergreen) terzo.

Fabrizio Bennati (KTM – Gaerne) ha vinto la gara della Mx1, mentre del titolo era già sicuro dalla scorsa prova di Preseglie. Ad Albettone il pilota toscano ha preceduto Stefano Cardellini (Kawasaki – Amsil) e Giancarlo Calliari (Honda – Volano). Nella classifica finale del campionato, Bennati è invece davanti a Calliari e Romano Fontana (KTM – Castel San Pietro Terme). Oltre alle coppe e alla medaglia della FMI, il neocampione della Mx1 si è portato a casa anche il premio holeshot CP Racing, per la miglior partenza in gara-2.

Termina così la lunga e spettacolare stagione dei tre campionati Prestige 24MX che compongono le Borilli Pro Series 2022. Dopo dodici gare e dieci titoli assegnati, i piloti possono godersi un po’ di riposo, ma non prima di aver preso parte agli ultimi due appuntamenti della stagione: il trofeo delle regioni Nils (il prossimo weekend a Ottobiano) e i due round conclusivi del Supermarecross EICMA (il 30 ottobre e 1 novembre a Giardini Naxos).