Patrick Turrini si conferma campione italiano quadcross

Il successo nella gara finale a Cremona suggella il quarto titolo consecutivo – Nei sidecar i fratelli Lasagna completano la stagione a punteggio pieno

Podio Qx1
Podio Qx1

Cremona – Per il quarto anno consecutivo, Patrick Turrini è campione italiano quadcross della classe Qx1. Il pilota ligure si conferma numero 1 della specialità con la vittoria ottenuta questo weekend a Cremona, nella gara finale del campionato italiano quad & sidecarcross Ufo Plast.

Una vittoria arrivata dopo l’ennesimo, grande duello con Simone Mastronardi. Turrini (Yamaha – Enduro Sanremo) e Mastronardi (Yamaha – Tommaso Piccirilli) danno spettacolo in tutte le manche anche nell’ultima prova dell’anno, ma la sfida si risolve a favore di Turrini, anche se Mastronardi riesce ad aggiudicarsi almeno la finale Supercampione. Al terzo posto sul podio di Cremona c’è il tedesco Miro Cappuccio (Yamaha), mentre in campionato è Nicolò Roagna (Yamaha – Team Mgm) a prendersi il gradino più basso del podio.

Patrick Turrini - ph. Ruggero Visigalli
Patrick Turrini – ph. Ruggero Visigalli

La Sport resta terreno di caccia di Gianmarco Monaci (Kawasaki – Scorpioni), già campione italiano dalla scorsa gara di Bellinzago e vincitore anche a Cremona. Alle sue spalle ci sono Andrea Zucca (Yamaha – Gf racer) e Simone Chiappone (Yamaha – Enduro Sanremo). Chiappone che termina terzo in campionato, dietro anche a Leonardo Cazzulo (Yamaha – Tommaso Piccirilli).

Lasagna-Lasagna - ph. Ruggero Visigalli
Lasagna-Lasagna – ph. Ruggero Visigalli

Nel sidecarcross i fratelli Lasagna-Lasagna (Trasimeno) centrano l’obiettivo di chiudere la stagione a punteggio pieno, con 12 manche vinte su 12. Li seguono, in gara e in campionato, i fratelli Fiorini-Fiorini (Valle del Tevere), alle loro spalle praticamente per tutto il campionato. La terza posizione di giornata va a Bernardini-Pasqui (KTM – Baglioni), mentre il bronzo di stagione è appannaggio di Regoli-Liviani (Tnt).

Nella Veteran Davide Gigli (Yamaha – Am Garfagnana) vince gara e titolo. Fuori dai giochi Alessandro Fontanazzi (Kawasaki – Team quad Tity & Amarenas) e Rodolfo Salustri (Yamaha –Monaco), fermati da provvedimento disciplinare della direzione di gara, Leonardo Arzani (Honda – Team quad Tity & Amarenas) e Silvano Grola (Honda – Sebino) completano il podio di giornata. In campionato, dietro a Gigli, arrivano Fontanazzi e Grola.

Davide Gigli - ph. Alberto Rigon
Davide Gigli – ph. Alberto Rigon

In testa al Trofeo si conferma Elena Alercia (Yamaha – Del Canavese), che aveva già vinto il titolo a Bellinzago ma festeggia il suo primato con un’altra vittoria. Secondo posto per Michele Roccetti (Suzuki – Franco Uncini) e terzo per Michael Peron (Suzuki – Migliori Sm Action). In campionato, dietro ad Alercia terminano Beatrice Grola (Honda – Sebino) e Riccardo Carozza (Suzuki – Enduro Sanremo).

Riccardo Gullo (Yamaha – Team quad Tity & Amarenas) è il campione italiano della JF250, grazie al terzo posto conquistato a Cremona dietro a Francesco Gullo (Yamaha – Team quad Tity & Amarenas) e al vincitore di giornata Edoardo Cazzola (Yamaha – Enduro Sanremo). Podio di campionato per Riccardo Gullo, Francesco Gullo e Kevin Sangani (Can-Am – Sicilia).

Podio quad Sport
Podio quad Sport

Da segnalare la nota di merito per il moto club Cremona, che, con la pioggia torrenziale caduta sulla pista al venerdì, ha indovinato la preparazione del tracciato per la giornata di sabato limitando il più possibile la lavorazione in profondità, in modo che il terreno asciugasse meglio.