FXAction Magazine

Campionati Italiani Motocross

Campionato Maxxis Prestige, gran finale a Cingoli

Ultima prova del tricolore Elite e Fast sullo storico circuito marchigiano, con la premiazione dei campioni

Samuele Bernardini (ph. Mxreport)
Samuele Bernardini (ph. Mxreport)

Cingoli (MC) – L’atto finale del campionato italiano Maxxis Prestige 2020 si avvicina sempre più. In una stagione fortemente condizionata dall’emergenza Covid, con situazioni di continua emergenza da fronteggiare, gli staff di FXAction Group  e della Federmoto si preparano all’ultimo via del più importante campionato nazionale di motocross sulla mitica pista di Cingoli, nel cuore delle Marche.

Il moto club Fagioli, gestore dell’impianto, ha predisposto l’apertura dell’evento al pubblico su prenotazione. Una presenza graditissima, quella degli appassionati, anche per consentire di celebrare al meglio i nuovi campioni italiani, che verranno premiati ufficialmente al termine delle gare con le tabelle 24MX e le medaglie FMI.

Nicholas Lapucci (ph. Motocrossaddiction)
Nicholas Lapucci (ph. Motocrossaddiction)

Se nella Elite Nicholas Lapucci (KTM – Over competition) e Mattia Guadagnini (Husqvarna – Ardosa) sono già matematicamente sicuri del titolo rispettivamente della Mx1 e della Mx2, per cui non hanno che da ricevere i meritati applausi, i tre campioni della Fast e i due del challenge Honda Red Moto sono ancora da decidere.

Lapucci ha costruito il suo titolo con un campionato quasi perfetto, sublimato dalla grande doppietta di Ponte a Egola. Il toscano a Cingoli vorrà festeggiare il titolo con un’altra vittoria, ma dovrà guardarsi soprattutto dal campione uscente Samuele Bernardini (Yamaha – Sassello) e dall’intramontabile David Philippaerts (Yamaha – Gorlese Mario Colombo), che sono in lotta per la piazza d’onore in campionato. In cerca di riscatto Stefano Pezzuto (KTM – Bbr offroad), incappato in una brutta giornata a Ponte a Egola, mentre Ramon Savioli (KTM – Amsil racing) vuole conferme dopo la bella prova in Toscana.

Gianmarco Cenerelli (ph. Alex Piantanida)
Gianmarco Cenerelli (ph. Alex Piantanida)

Nella Mx2 Guadagnini a Ponte a Egola ha guadagnato abbastanza punti da mettersi al riparo da qualsiasi minaccia, anche considerando la possibilità offerta dal regolamento 2020 di scartare il risultato di una gara. A Cingoli, quindi, si attende soprattutto Gianmarco Cenerelli (Husqvarna – Scintilla), pilota marchigiano autore di una grande stagione 2020 e deciso a ben figurare davanti al pubblico amico. Cenerelli si giocherà il titolo di vicecampione con Filippo Zonta (KTM – Gaerne), Matteo Puccinelli (Yamaha – Megan racing) e Yuri Quarti (Husqvarna – Berbenno): i quattro sono racchiusi in poco più di 100 punti. Ma con gli scarti potrebbe tornare in corsa anche lo sloveno Jan Pancar (KTM), protagonista a Castiglione del Lago con un brillante podio.

Filippo Zonta (ph. Alex Piantanida)
Filippo Zonta (ph. Alex Piantanida)

Per quanto riguarda i titoli della Fast, tutto ancora in ballo sia in Mx1 che in Mx2. Nella classe maggiore comanda Giovanni Bertuccelli (KTM – Pardi), con un vantaggio risicato su Marco Roncaglia (KTM – Sm Action Migliori). Leggermente più staccato Tomas Ragadini (Suzuki – Rt 973 mx school).

Nella Mx2, invece, Mattia Roncaglia (KTM – Sm Action Migliori) ha un margine più ampio sul suo primo inseguitore, Matteo Del Coco (KTM – Pardi). Ma l’equilibrio a cui si è assistito nelle gare precedenti è tale che non è possibile fare pronostici.

La tabella rossa della 300 2 tempi è invece Jimmy De Nicola (TM – Dg), davanti ad Alessandro Albertoni (KTM – Brilli Peri) e Nicola Matteucci (Yamaha – Megan racing).

Mattia Roncaglia (ph. Daniele Barreca)
Mattia Roncaglia (ph. Daniele Barreca)

Situazione da definire anche per quanto riguarda il challenge Red Moto, il trofeo monomarca riservato ai piloti Honda della categoria Fast. Stefano Sonego (Gaerne) conduce in Mx1 davanti ad Alessio Zaccaro (Inossidabili Terni) e Marco Paganini (Krosteam Gaerne). Antonio Mancuso (Lion Montegranaro) è il leader della Mx2, con Thomas Berto (Gaerne) e Matteo Ungaro (Parini) all’inseguimento.

Anche a Cingoli, come nel resto del campionato Maxxis Prestige, saranno premiati gli autori delle holeshot in gara-2: griffe di Ufo Plast per la Elite, di Fashionbike per le due categorie Fast. Da non dimenticare nemmeno la pole position Eleveit, che finora ha premiato tre diversi piloti in tre gare (Jeremy Seewer, Alessandro Lupino e Nicholas Lapucci).

Stefano Sonego (ph. Ruggero Visigalli)
Stefano Sonego (ph. Ruggero Visigalli)

Con un trend consolidato di oltre 200mila visualizzazioni a gara, è confermata la diretta streaming gratuita di tutte le manche di Cingoli sul canale Youtube FXAction Live e sulle pagine Facebook di FXAction, Federmoto, Motocross Marketing e 24MX. Quest’ultimo condividerà la diretta sulle pagine nazionali di Italia, Francia, Spagna, Germania, Austria, Svizzera, Olanda, Belgio, Repubblica Ceca, Regno Unito, Irlanda, Polonia, Finlandia, Svezia, Norvegia e Danimarca. Confermato anche il servizio di Crossprensa, con commento delle manche in spagnolo.