FXAction Magazine

Campionati Italiani Motocross

Road to Ponte a Egola

Eravamo rimasti a due mesi fa. Dopo la gara piena di emozioni e caldo della Malpensa, il campionato italiano Prestige è andato in vacanza, ma ecco che è già ora di tornare. Sabato e domenica la comitiva del principale torneo nazionale di motocross si ritrova a Ponte a Egola, per la penultima prova del campionato.

Un campionato che alla Malpensa ha conosciuto dei veri e propri stravolgimenti e arriva in Toscana con la situazione completamente da definire.

Samuele Bernardini

Nella Mx1 tutti gli occhi sono sul duello tra Samuele Bernardini e Alessandro Lupino. Il pilota della Yamaha alla Malpensa si è preso la tabella rossa con una grande tripletta, mentre Lupino ha corso quasi per onor di firma, condizionato dall’infortunio alla schiena patito poche settimane prima nella gara mondiale in Russia.

Alessandro Lupino

Ma il viterbese è riuscito comunque a limitare i danni e, adesso che ha ritrovato la forma, può attaccare per tornare in testa alla classifica. Ammesso che sia risparmiato dai problemi tecnici che lo hanno condizionato nelle ultime uscite nel campionato del mondo.

Bernardini, dal canto suo, non può fare calcoli: con appena 54 punti di vantaggio, quanti se ne prendono con un 27esimo posto di manche, deve continuare a tirare al massimo per precedere Lupino.

Per gli altri le speranze di rientrare in corsa per il campionato sono ridotte quasi a zero. Ma Davide De Bortoli, Stefano Pezzuto e Ramon Savioli possono comunque essere dei fattori decisivi nella lotta al titolo, soprattutto in caso di cattive partenze dei due contendenti.

Se la Mx1 è un libro col finale in bianco, la Mx2 è addirittura un blocco di appunti in disordine. Nella classe minore, infatti, potrebbe succedere davvero di tutto.

Michele Cervellin

Molto dipenderà dalle condizioni fisiche di Michele Cervellin. Il capoclassifica è uscito dalla Malpensa con un polso rotto, ricordo del tanto discusso contatto all’ultima curva col compagno di squadra Andrea Adamo, e non sa ancora se riuscirà a essere in gara a Ponte a Egola. In caso di assenza, il veneto delle Fiamme Oro consegnerà la tabella rossa e gran parte delle speranze di confermarsi campione ai suoi rivali. Ma anche se dovesse riuscire a correre, difficilmente sarà in grado di lottare per la vittoria.

Mattia Guadagnini

I risultati della Malpensa hanno rimesso in corsa Mattia Guadagnini. Il 17enne di Maddii è secondo in classifica, in perfetta forma e gasatissimo per la fresca vittoria del titolo europeo 125. Probabilmente a inizio stagione lui e il suo team non prevedevano di giocarsi il campionato italiano e così adesso i piani sono cambiati: invece di debuttare con la 250 4 tempi, come aveva annunciato qualche mese fa Marco Maddii, a Ponte a Egola Mattia resterà in sella alla più familiare 250 a miscela e cercherà i punti che gli servono per prendersi la tabella rossa.

Maxime Renaux

Ma l’impresa di Guadagnini sarà tutt’altro che facile. Maxime Renaux, compagno di squadra di Cervellin, ha fatto grandi risultati nelle ultime gare di campionato del mondo, compreso un podio a Imola, e a Ponte a Egola partirà come grande favorito. Attualmente è terzo in classifica, a 200 punti da Guadagnini e poco più di 300 da Cervellin: visto il suo stato di forma, può tornare prepotentemente in corsa per il titolo.

Alberto Forato

Chance simili a Renaux le ha Alberto Forato, che però negli ultimi mesi è apparso meno brillante rispetto all’inizio di stagione. Il compagno di squadra di Guadagnini ha visto sfumare il titolo europeo dopo essere stato a lungo in testa al campionato, ma non ha perso la velocità e potrebbe cercare un rabbioso riscatto nel Prestige. D’altronde, se non avesse dovuto ritirarsi in ben tre manche su otto, a quest’ora il favorito numero 1 per il titolo sarebbe lui.

Oltre a questi sicuri protagonisti, la Mx2 vive di altri possibili primattori, tutti capaci d’inserirsi nella lotta per la vittoria parziale e condizionare le sorti del campionato. Nicholas Lapucci, primo a Savignano, Andrea Adamo, fenomenale alla Malpensa, o ancora Morgan Lesiardo, protagonista di buone prove al campionato del mondo.

Pista bella, piloti forti e campionati aperti. Gli ingredienti per uno spettacolo super ci sono tutti. Non rimane che prendersi una domenica libera e gustarsi il Prestige a Ponte a Egola.


Alessandro Castellani – Ufficio Stampa FXAction
Foto Roberto Grande – Gianfranco Passera – Redbaz – Ruggero Visigalli