FXAction Magazine

Campionati Italiani Motocross

Bosisio Parini per cuori forti

Spettacolo incredibile all’ultima prova del campionato italiano Rider-Expert, con i titoli tutti in ballo. Anche nei quad è grande show

Emozioni a raffica nell’ultima prova del campionato italiano motocross Rider-Expert. Sulla pista di Bosisio Parini, ottimamente preparata dal moto club Parini, i piloti hanno regalato uno spettacolo davvero memorabile.

Ad essere ricordata a lungo sarà soprattutto l’ultima manche della Mx1, in cui i colpi di scena si sono susseguiti davvero senza tregua. Dopo un bel terzo posto in gara-1, Fabio Torsiello (Yamaha – Fast Cross) aveva un bel vantaggio da gestire su Nicola Dolce (KTM – Esanatoglia) per assicurarsi il titolo della Expert. Ma al via della batteria conclusiva, la moto del piemontese si è ammutolita, lasciandolo clamorosamente al palo. Un’autostrada libera per Dolce, quindi, che però è partito ultimissimo, e così ha dovuto esibirsi in una rimonta disperata per riacciuffare i punti che gli servivano per vincere il campionato.

Alla fine il marchigiano ce l’ha fatta, aggiudicandosi la giornata davanti ad Alex Vota (Yamaha – Orbassano) e Riccardo Quaglio (Yamaha – Mx Revel) e il titolo tricolore. Onore delle armi per Torsiello, sconfitto solo dalla malasorte dopo una grande stagione.

Non meno emozionante la corsa al titolo della Rider. Ivo Lasagna (Honda – Panicale) aveva battuto nettamente Federico Angelici (Honda – Tnt) in gara-1 e lo aveva scavalcato in vetta alla classifica, ma in gara-2 il pilota laziale ha trovato la forza di reagire e, con una prova praticamente perfetta, ha vinto manche e campionato. Staccato di poche decine di metri il validissimo Lasagna, che si è aggiudicato l’assoluta di giornata, ma non ha recuperato abbastanza punti ad Angelici per conquistare il titolo. Terzo in gara e in campionato Federico Zuin (Yamaha – Marigo).

Micol Pacini (Yamaha – Team Fix) è il nuovo campione della Mx2 Expert. Il romagnolo ha conquistato matematicamente il titolo grazie alla vittoria nella prima manche, la quinta su cinque disputate. L’obiettivo della perfect season per Pacini è sfumato in gara-2, a causa di una serie di cadute che l’ha costretto nelle retrovie. Successo di manche e di giornata per Lorenzo Maffini (Husqvarna – Berbenno), con Pacini secondo e Gianluca Truzzi (KTM – Nuvolari) terzo.

Tanta incertezza anche nella Mx2 Rider, dove alla fine a spuntarla è stato Alessandro Mei (Yamaha – Fermignanese), autore di una gara matura e vincitore di giornata. Arsenio Fausti (TM – Fagioli), secondo in gara-1, ha perso le chance di titolo nella seconda manche, in cui è stato solo nono. Sul podio di Bosisio Parini, dietro a Mei, sono saliti Tommaso Ascorti (Husqvarna – Quattro T) e Davide Marelli (KTM – Aquile del Lura).

Allo spettacolo del motocross si sono aggiunti i quadcross, che vedevano al via tutti i migliori specialisti italiani della disciplina. Tra loro il migliore è stato il campione in carica Simone Mastronardi (Yamaha – Piccirilli), che ha colto la prima vittoria dell’anno con una splendida doppietta. Il romano ha recuperato tanti punti su Patrick Turrini (Yamaha – Gf Racer), quarto assoluto. Al secondo posto si è piazzato Andrea Cesari (Yamaha – Tity & Amarenas), mentre Paolo Galizzi (Yamaha – Gf Racer) è stato terzo.

Ivo Lasagna, ancora scottato dal titolo della Rider Mx1 perso per un soffio, si è rifatto vincendo la gara dei sidecar insieme al fratello Ivan, in sella al suo WMC Zabel. Secondo posto per Bernardini – Pasqui (KTM – Baglioni) e terzo per Migno – Gualatrucci.

16.06.2019