FXAction Magazine

Campionati Italiani Motocross

Lupino e Lapucci sotto il sole di Savignano

Il campione in carica della Mx1 si conferma dominatore con una tripletta. Il toscano della KTM vince a sorpresa la Mx2

Alessandro Lupino

Savignano sul Panaro (MO) – Il primo grande caldo del 2019 accoglie il campionato italiano Prestige a Savignano sul Panaro. La pista, dal fondo molto duro, riesce a reggere alle temperature torride senza polvere grazie all’ottima preparazione del moto club Migliori. Tanta fatica, ma anche tanta soddisfazione a fine giornata per i ragazzi del sodalizio modenese, che danno vita, insieme a FXAction e Federmoto, a una gara memorabile.

La terza prova del tricolore di motocross conferma ancora una volta lo strapotere di Alessandro Lupino, che vince tutte e tre le manche con grande vantaggio sugli avversari. Più incerta e combattuta la Mx2, dove Nicholas Lapucci piazza una sorprendente zampata, che gli vale la vittoria assoluta.

Nicholas Lapucci

Mx1 – Gara 1
Alessandro Lupino (Kawasaki – Fiamme Oro) prende subito il comando e fa il vuoto alle sue spalle. A seguirlo inizialmente c’è Michele De Bortoli (Honda – Krosteam Gaerne), che però perde terreno, a vantaggio di Samuele Bernardini (Yamaha – Bbr Offroad) ed Edoardo Bersanelli (Yamaha – Parma), che si contendono la seconda posizione fino all’ultimo giro, arrivando in quest’ordine staccati di pochi metri. Al quarto posto c’è Ramon Savioli (Husqvarna – Moto Racing Rieti), autore di una grande rimonta dopo un’ammucchiata al via. De Bortoli chiude quinto.

Samuele Bernardini

Mx1 – Gara 2
Ancora un assolo di Lupino, in testa dal primo all’ultimo giro. Al secondo posto c’è di nuovo Bernardini, che però stavolta cambia l’avversario con cui battagliare: se prima era Bersanelli, adesso è Savioli a contendergli la posizione fino all’ultima curva. Quarto, più staccato, si piazza De Bortoli, mentre Bersanelli è quinto.

Mx2 – Gara 1
Gara da campione consumato per Mattia Guadagnini (Husqvarna – Ardosa), che parte in testa e ci rimane fino al traguardo, andando a conquistare la sua prima vittoria tra i “grandi”. Per il secondo posto è bagarre totale, con Nicholas Lapucci (KTM – Fermignanese), Maxime Renaux (Yamaha – Migliori), Michele Cervellin (Yamaha – Fiamme Oro) e Andrea Zanotti (KTM – San Marino) che chiudono nell’ordine a strettissimo contatto.

Mx2 – Gara 2
Avvio al fulmicotone di un Lapucci in giornata di grazia, con Cervellin che prova a dargli la caccia, ma senza successo. Il toscano taglia il traguardo per primo con buon vantaggio sul campione in carica. Guadagnini è terzo, davanti a un gruppetto in lotta per il quarto posto formato da Zanotti, Andrea Adamo (Yamaha – Migliori) e Alberto Forato (Husqvarna – Ardosa), con quest’ultimo che esce di scena per un contatto proprio col giovane siciliano.

Supercampione
La holeshot Ufo Plast va a De Bortoli, ma Guadagnini si porta in testa già nel corso del primo giro, approfittando di una brutta caduta di Savioli. Il comando è ben presto rilevato da Lupino, che si esibisce in un’altra gara senza avversari. Guadagnini accusa la fatica e viene superato da numerosi piloti, mentre Bernardini risale fino al secondo posto, davanti al regolare De Bortoli. Quarto si piazza Simone Croci (KTM – Bbr Offroad), con Bersanelli quinto. Lapucci, settimo, è il migliore della Mx2.

Podio Fast MX1

ASSOLUTE
Tre vittorie da mattatore regalano il gradino più alto del podio della Mx1 ad Alessandro Lupino. Suo degno vice è Samuele Bernardini, mentre un combattivo Edoardo Bersanelli conquista il suo miglior risultato nella classe regina, con la terza posizione assoluta.
Nella categoria Fast vince Ramon Savioli, davanti a Marco Roncaglia (KTM – Trial David Fornaroli) e Alessandro Contessi (Kawasaki – Parini). Alessandro Giorgi (KTM – Berbenno), sesto a Savignano, conserva la tabella rossa di leader del campionato.
La classe 300 va a Pierfilippo Bertuzzo (Yamaha – Fermignanese), che precede il compagno di team Gianfranco Mattara (Yamaha – Spoleto) e Gianluca Deghi (KTM – Cairatese).

Nicholas Lapucci conquista con pieno merito l’assoluta di giornata della Mx2: una vittoria lungamente attesa e arrivata dopo tre manche corse tutte col cuore sulla manopola del gas. Mattia Guadagnini, secondo, può festeggiare il primo podio della sua carriera nel campionato Prestige, mentre Michele Cervellin rafforza ulteriormente il suo vantaggio in campionato con la terza posizione.
Vittoria e tabella rossa della Fast per Kevin Cristino (KTM – Major Motor). Mattia Roncaglia (KTM – Trial David Fornaroli) è secondo e Vincenzo Giarrizzo (Husqvarna – Diana Mx Team) terzo.

Lo spettacolo del campionato italiano Prestige proseguirà il 29 e 30 giugno, con la quarta prova, al Ciglione della Malpensa (VA).

02.06.2019