FXAction Magazine

Campionati Italiani Motocross

FXAction rimane in Umbria per l’italiano Rider-Expert

Appuntamento a Città di Castello con la prima prova del tricolore motocross riservato alle categorie di ranking più basse. In pista anche sidecar e quad, questi ultimi con il cancelletto unico

Ph.Reportfab

Da Castiglione del Lago a Città di Castello. La carovana FXAction resta in provincia di Perugia per la prima prova del campionato italiano motocross Rider-Expert, quadcross e sidecarcross.

Il 30 e 31 marzo l’appuntamento è al “Guido Ceccarini” di Città di Castello, dove la regia sarà coordinata dal locale moto club Baglioni.

Il campionato motocross Rider-Expert è alla sua seconda edizione, dopo il debutto del 2018, avvenuto in corrispondenza con l’introduzione del ranking nazionale di classificazione dei piloti.

Questo torneo, che può pescare da un bacino potenziale d’iscritti enorme, è un’ottima occasione per i corridori meno avvezzi alle gare ai massimi livelli di cimentarsi in competizioni di carattere nazionale, con gli standard organizzativi garantiti dalla FMI.

Anche quest’anno il campionato si svilupperà su quattro gare. Poiché i migliori classificati del 2018 sono stati promossi alle categorie di ranking superiori, i valori in campo della nuova stagione sono tutti da scoprire.

Tutti presenti, invece, i top rider del sidecar e quadcross, che nel 2019 affiancheranno le moto in tre occasioni: Città di Castello, Fermo e Bosisio Parini.

Ivo e Ivan Lasagna (KTM – Panicale) sono l’equipaggio detentore del titolo italiano sidecar. I fratelli umbri corrono in casa e sicuramente vorranno sfruttare la pista amica per mettere la situazione in discesa già dalla prima gara.

Patrick Turrini

Nei quad l’attesa è per vedere se Patrick Turrini (Yamaha – Gf Racer), dopo aver dominato il Supermare quadcross, saprà confermarsi nuovo re delle quattro ruote italiane anche sulle piste tradizionali. Il campione in carica Simone Mastronardi (Yamaha – Piccirilli) non ha intenzione di cedere lo scettro e altri giovani talenti, come Paolo Galizzi (Yamaha – Gf Racer) scalpitano per salire sul gradino più alto del podio.

A partire da Città di Castello, e poi anche a Fermo e Bosisio Parini, tutti i piloti quad, a eccezione dei giovanissimi della categoria Junior, verranno accorpati in un cancelletto unico, per garantire maggiore spettacolarità alle gare.

Al termine di ogni giornata verranno premiati i tre classificati, mentre i punteggi acquisiti faranno fede per il campionato della categoria di appartenenza di ciascun pilota.

26.03.2019