Italiano 125, Veteran e Femminile: atto finale a Lesignano

L’ultima prova in provincia di Parma assegnerà i titoli 2018. Di nuovo in pista Chicco Chiodi, mentre Kiara Fontanesi festeggia il suo sesto mondiale sulla pista di casa.

Dawid Ciucci

Mancano solo due manche al termine del campionato italiano 125 Senior, Veteran e Femminile 2018. Un campionato che fin qui ha collezionato successi strepitosi di partecipazione e tante gare spettacolari, da Faenza fino a Gazzane di Preseglie.

La pista di Lesignano de’ Bagni, in provincia di Parma, assegnerà nel prossimo fine settimana, 6 e 7 ottobre, i titoli ancora in ballo: tutti, tranne quelli della Superveteran e Veteran MX1, già matematicamente vinti da Fabio Occhiolini (Honda –Aretina) e Tiziano Peverieri (Honda – Fagioli).

L’organizzazione del motoclub Parma sarà coadiuvata dal promoter FXAction e dallo staff della Federazione Motociclistica Italiana, presenze costanti ed efficientissime per tutto il corso del campionato.

C’è grande attesa per vedere in azione Kiara Fontanesi (Yamaha – Fiamme Oro). La poliziotta è di casa a Lesignano ed è reduce dalla straordinaria impresa della vittoria del suo sesto titolo mondiale, per cui farà di tutto per recuperare lo svantaggio che la divide da Giorgia Montini (Yamaha – Garda Lake), attuale capolista dell’italiano femminile.

Nella 125 Dawid Ciucci (KTM – Fermignanese) deve gestire un margine di tutta sicurezza su Felice Compagnone (KTM – Celestini): gli basterà arrivare al traguardo nella prima manche per festeggiare il titolo. Tuttavia la 125 è una categoria che ha regalato emozioni a non finire e anche stavolta ci sarà da leccarsi i baffi, perché sarà di nuovo in pista Chicco Chiodi (Yamaha – Galaello). Evidentemente, dopo la vittoria nella gara di Gazzane di Preseglie, il tre volte iridato ci ha preso gusto.

Nella Veteran, detto del titolo della MX1 già vinto da Tiziano Peverieri, il fratello Graziano (Yamaha – Fagioli) è a un passo dal confermarsi campione della MX2. L’unico che ha ancora possibilità di sovvertire l’ordine, anche se solo per la matematica, è Gianluca Faccioli (KTM – Castel San Pietro).

Anche nella Superveteran c’è rimasto un solo titolo da assegnare. È quello della MX2, dove Ubaldo Di Domenicantonio (KTM – Milani) deve amministrare il preziosissimo vantaggio guadagnato nella scorsa gara di Gazzane su Adriano Piunti (KTM – Royal Racing). Nella MX1, Fabio Occhiolini si era laureato campione già a Montevarchi, prima della sosta estiva.

Bruno Cavandoli

Tutto in ballo nella Master, la nuova categoria introdotta a partire dal 2018 per gli over 56. Disertata la prova precedente per l’eccessivo fango in pista, la situazione di classifica è rimasta quella maturata dopo le manche di Montevarchi, con Bruno Cavandoli (Yamaha – Parma) e Manlio Giachè (Honda – Quarantaquattro Racing) a giocarsi il titolo della MX1 a strettissimo contatto, mentre Furio Franceschi (Honda – Torre della Meloria) e Norbert Lantschner (Honda – Evergrenn) sono i due contendenti nella MX2.

Kiara Fontanesi