La quarta prova dell’italiano motocross 125 Senior, Veteran e Femminile non risparmia colpi di scena. Purtroppo anche negativi

La storica pista del Monterosato di Fermo ha ospitato la quarta prova del campionato italiano motocross 125 Senior, Veteran, Superveteran, Master e Femminile.
Oltre 150 i piloti accorsi in terra marchigiana, pronti a sfidare il gran caldo e le difficoltà di un tracciato che da sempre mette a dura prova i motociclisti di qualsiasi livello. Il motoclub Monterosato, capitanato da Giovanni Braconi, ha dimostrato grande impegno nel gestire le esigenze di un circus così numeroso e variegato, fronteggiando anche situazioni di particolare criticità.

Per quanto riguarda le gare, nella classe 125 ha vinto Ramon Savioli (TM – Il Monello), alla sua prima uscita stagionale in questo campionato. Savioli ha totalizzato un secondo e un primo di manche; piazzamenti invertiti rispetto a quelli del suo conterraneo Felice Compagnone (KTM – Celestini Motorsport), salito sul secondo gradino del podio. Due terzi posti per Dawid Ciucci (KTM – Fermignanese), rallentato da qualche noia meccanica ma sempre più saldo in testa al campionato.

La Femminile si è confermata ancora una volta proprietà esclusiva di Kiara Fontanesi (Yamaha – Fiamme Oro). La pluricampionessa mondiale si è presentata al via con una 125 2 tempi, in luogo della solita 250 4 tempi, ma il risultato è rimasto lo stesso: un’altra doppietta e stagione che prosegue a punteggio pieno. Per Giorgia Montini (Yamaha – Garda Lake) due secondi posti, poi Floriana Parrini (Honda – Megan Racing), due volte terza, e la vincitrice della Under 17 Elisa Galvagno (Yamaha – Megan Racing).

Nella Veteran dominio netto di Graziano Peverieri (Yamaha – Fagioli), che ha conseguentemente vinto anche l’assoluta della MX2. Bellissima prova anche di Andrea Terenzi (Yamaha – Lion Montegranaro), sempre al secondo posto. Tiziano Peverieri (MPA – Fagioli) ha gareggiato con un ibrido a due tempi costruito in casa, in sella al quale ha conquistato due terzi posti e la vittoria della MX1, davanti a un brillante David Liardi (Honda – Pontremoli). Nella MX2 ha completato il podio Gianluca Faccioli (KTM – Castel San Pietro) e nella MX1 Massimiliano Riccio (Husqvarna – Achille Varzi).

La classe Superveteran ha salutato una nuova doppietta di Fabio Occhiolini (Honda – AM Aretina), che è già vicinissimo alla conquista matematica del titolo della MX1. Occhiolini è stato seguito sul podio da Giovanni Annibaldi (Honda – Wyss) e Luigi Santori (KTM – Monterosato). Nella MX2 la vittoria è andata a Ubaldo Di Domenicantonio (KTM – Milani), davanti ad Adriano Piunti (KTM – Royal Racing) e Paolo Catalano (KTM – Wyss).

Da segnalare, purtroppo, che la seconda manche della Superveteran si è conclusa anzitempo con la bandiera rossa, esposta in seguito a una brutta caduta che ha visto protagonista Germano Iacopini. Proprio il protrarsi delle operazioni di soccorso allo sfortunato pilota locale ha spinto i piloti della Master, dopo un breve briefing indetto dalla direzione gara, a rinunciare a correre la seconda manche, l’ultima del programma di giornata.

Per la categoria degli over 56, quindi, la classifica è stata stilata sulla base della sola prima batteria. Vittoria di Manlio Giachè (Honda – Quarantaquattro Racing) nella MX1, davanti a Giuseppe Canella (Honda – Rs 77) e Bruno Cavandoli (Yamaha – Parma). Nella MX2 successo di Furio Franceschi (Honda – Torre della Meloria), con Norbert Lantschner (Honda – Evergreen) secondo e Valter Chiappa (Yamaha – Mariano Comense) terzo.

Il campionato Senior, Veteran e Femminile si ferma ora per tre settimane. Ultimo appuntamento prima della sosta estiva il 1 luglio a Montevarchi.