A Faenza tornano i quad e i sidecar

Il campionato di tre ruote e Atv si prepara alla seconda prova, in programma domenica sul tracciato del “Monti Coralli”

La truppa di FXAction fa tappa per la seconda volta stagionale al “Monte Coralli” di Faenza. Dopo la gara del campionato Senior e Femminile di fine marzo, il crossdromo ravennate domenica 3 giugno sarà teatro anche della seconda prova del campionato italiano quadcross e sidecarcross, a cui è abbinato il tricolore motocross riservato alle categorie Expert e Rider. Organizzazione, naturalmente, affidata al moto club Monte Coralli.

La gara dei sidecar si preannuncia molto interessante, con l’equipaggio Pozzi-Walti (Husqvarna – Gardone Riviera) che vuole confermare il successo netto della gara inaugurale, ottenuto davanti ai fratelli Lasagna (KTM – Panicale). A dar filo dai torcere ai capiclassifica ci saranno, però, i campioni italiani uscenti, Compalati-Ravera (WSP Zabel – La Guardia), assenti a Cingoli ma pronti a dare spettacolo a Faenza.

Quella ravennate sarà una gara importante anche per Simone Mastronardi (Yamaha – Piccirilli). Il pilota romano, fresco campione del Supermare quadcross, vuole riscattare la sfortunatissima prova inaugurale, in cui fu bersagliato dai problemi meccanici. Suo obiettivo principale è il capoclassifica virtuale Nicola Ciceri (Yamaha –Tity & Amarenas), che a Cingoli arrivò dietro solo agli ospiti inglesi Walker e Graham.

Grande attenzione a Patrick Turrini (Yamaha – Tity & Amarenas), capolista della Sport e velocissimo anche nel confronto a livello assoluto, e ad altri giovani interessanti come Nicolò Roagna (Yamaha – Tity & Amarenas) e Paolo Galizzi (TM – Gf Racer).

Nella categoria Veteran dei quad si assisterà molto probabilmente a una rivincita tra Davide Gigli (KTM – Garfagnana), Rodolfo Salustri ( KTM – Monaco) e Roberto Casalini (KTM – Empoli Racing). Insieme a loro correranno anche i giovanissimi della Junior, capeggiati da Massimiliano Moro (Yamaha – Piccirilli).

Per quanto riguarda il campionato motocross Expert e Rider, la situazione dopo la prima prova vede in testa Alessio Zaccaro (Honda – Inossidabili Terni) nella Expert MX1, Federico D’Attilio (Suzuki – Fast Energy) nella Rider MX1, Tommaso Algati (Honda – Over Competition) nella Expert MX2 e Alessio Polidori (Husqvarna – Baglioni) nella Rider MX2.

Tuttavia i valori in campo potrebbero cambiare radicalmente: se a Cingoli partivano avvantaggiati i piloti umbri e marchigiani, a Faenza ci sarà una foltissima schiera di romagnoli a caccia di gloria sulla loro pista di casa. Fare previsioni sui possibili protagonisti, quindi, è davvero difficile.